La spesa di aprile




"Aprile dolce dormire" dice un noto proverbio. Certamente il cambio di stagione e l'allungamento delle giornate può richiedere all'inizio un po di tempo al nostro organismo per adattarsi.
Non a caso, proprio in questo periodo vediamo pubblicizzare dai media, ma talvolta anche da presunti "esperti di alimentazione", le famose diete detox talvolta abbinate a specifici prodotti/integratori dai nomi improbabili.

I processi di detossificazione da sostanze endogene (cioè prodotte dal nostro corpo) e da sostanze "xenobiotiche" (provenienti dall'esterno)  è un processo che avviene normalmente nel nostro organismo (altrimenti non potremo sopravvivere!), è articolato in più fasi e coinvolge principalmente SISTEMA IMMUNITARIO, FEGATO e RENI.



 E' bene seguire un alimentazione equilibrata e regolare attività fisica per 365 giorni l'anno e non solo ai cambi di stagione. Sono due le raccomandazioni in cui credo di più  (e tra l'altro sono anche tra le più semplici)




-  La prima è quella di imparare ad ascoltare il proprio corpo per capire cosa effettivamente ci sta chiedendo. I cambi di stagione ad esempio (ma non è una regola assoluta) possono essere l'occasione per tenere  un diario alimentare che ci aiuti a focalizzare di più l'attenzione su noi stessi, sui segnali che ci invia il nostro corpo, su ciò che stiamo realmente facendo per stare bene e su ciò che possiamo ancora fare per soddisfare al meglio i bisogni del nostro organismo. 



 -  Mangiate più vegetali di stagione,  Ma non solo, rinunciamo ai centri commerciali e andiamo alla ricerca di erbe spontanee mangerecce e aromatiche (in questo periodo io adoro andare alla ricerca di erbe spontanee e asparagi selvatici!). 

In questo periodo possiamo trovare molte erbe selvatiche ricche di molecole con azione lievemente diuretica o ricche e di  fibra prebiotica che aiuta a riequilibrare la microflora intestinale (ricordate che un intestino sano è la migliore barriera immunitaria che possiamo avere!). 


"Inoltre cosa c'è di più rigenerante che passare un pomeriggio in mezzo alla natura, sotto i raggi del sole? Ricordate che grazie al sole noi sintetizziamo vitamina D che è fondamentale per il nostro benessere fisico e psichico"

Raccogliete solo erbe che conoscete molto bene oppure fatevi consigliare da qualcuno con esperienza. Ecco le principali erbe spontanee mangerecce che possiamo trovare ora in Aprile:

Cicorie: Ricche di Ferro, vitamina C e vitamina B9 (o acido folico). Contengono un tipo di fibra prebiotica (riequilibrante la flora batterica intestinale)  chiamata Inulina. Sono Rinfrescanti utili per l’intestino.

Strigoli
Strigoli (Silene vulgaris):  Emollienti diuretiche. Si possono utilizzare per farcire focacce o per condire risotti, pasta o altri cereali integrali in chicco.

Ortica (Urtica dioica): Ricca di vitamine e sali minerali, soprattutto ferro e calcio. Contiene anche composti fenolici con funzione antiossidante. E' un buon rimineralizzante. Le foglie sono utili per combattere la seborrea grassa menntre la radice  è utile nella ipertrofia prostatica. Ottima per preparare risotto o un pesto per condire la pasta.


Parietaria
Parietaria (Paritaria officinalis): Simile all'ortica. E' ricca di tannini, sostanze amare utili per depurare il fegato, e flavonoidi. Nota per le sue proprietà diuretiche, sudorifere, depurative, espettoranti, emollienti. Ha un alto contenuto di sali di potassio in forma di nitrato che determinano l’azione diuretica e rimineralizzante. Le foglie fresche sono utili anche in casi di nefriti, cistiti e  negli edemi da insufficienza cardiaca. Si può saltare per qualche minuto in padella e mangiarla come se fossero spinaci.

Pimpinella
Pimpinella (Sanguisorba minor): Antiemorragiche, antiemorroidarie, digestive, contrasta gli spasmi del colon.

Tarassaco (taraxacum officinale): Contiene inulina (fibra prebiotica) e steroli vegetali. Ha attività diuretica e stimolante la vescicola biliare; blando effetto lassativo della radice.


Tarassaco
Non dimentichiamo inoltre le erbe aromatiche, ne ho parlato anche in questo articolo! 


 








Fonti:
- Jeffer EH. Detoxification basics. The Proceedings from the 13th International Symposium of the Institute      for Functional Medicine, Managing Biotransformation: The Metabolic, Genomic, and Detoxification         Balance Points. Altern Thera Health Med. 2007;13(2):S96-S97.
- Liska DJ. The detoxification enzyme systems. Altern Med Rev. 1998;3(3):187-198.
- Patterson RE, Eaton DL, Potter JD. The genetic revolution: change and challenge for the dietetic profession. J Am Diet Assoc. 1999;99(11):1412-1420.
- Bralley E, Redmond E. Laboratory markers of toxins and detoxification. http://www.metametrix.com/learningcenter/ presentations/2008/laboratory-markers-of-toxinsand- detoxification. Accessed July 2011.
- Boroni Moreira AP, de Cássia Gonçalves Alfenas R. The influence of endotoxemia on the molecular mechanisms of insulin resistance. Nutr Hosp. 2012;27(2):382-390
- Liu. R. H., Potential synergy of phytochemicals in cancer prevention: mechanism of action, J. Nutr. 134: 3479S–3485S, 2004.
- Maugini e. et al., Manuale di botanica farmaceuica, VIII Edizione Piccin 2006


Commenti